Premesso che fin dalla sua nascita il nostro Partito ed il Circolo Berlinguer si sono sempre occupati dei problemi del quartiere di Shangay, solo per ricordare e portare a conoscenza di chi non lo fosse, forniamo ai cittadini un breve elenco:
ha presentato denuncia sulla pericolosità del blocco di via Filzi, che ha portato al suo abbattimento e alla ricostruzione;
ha denunciato l’inefficienza dell'AC che ha costruito le torri di via dell'Antimonio via Tito Speri su una pineta, cancellando una delle poche aree a verde del quartiere;
ha promosso una raccolta di firme contro la chiusura della COOP e ha cercato con tutti i mezzi di bloccare quella conclusione;
si è opposto sempre all'occupazione abusiva degli appartamenti, perché la riteneva una guerra fra poveri, al contrario di qualcuno che la praticava e ora ci accusa di fomentare la violenza e di praticare l'illegalità;
è intervenuto sul progetto dei 117 alloggi e ne ha criticato l’ubicazione, lo stile e la mancanza di nuove tecnologie (ad es. risparmio energetico e energie rinnovabili) ed oggi anche CASALP ritiene inadeguato (per i problemi delle torri rispetto ad un unico blocco);
Sul “Contratto di quartiere 2” il PRC nelle sedi istituzionali ha fatto la sua battaglia per modificare la proposta dell’A.C.
Ha presentato osservazioni e ha ottenuto l’approvazione di un ordine del giorno in Consiglio Comunale in cui impegnava la giunta ha costituire una apposita commissione per monitorare l'andamento dei lavori e poi mai istituita dalla Giunta Cosimi.
Sul disagio sociale e abitativo, sul ritardo dei lavori, sulla creazione di un centro anziani e l'utilizzo del Poerio abbiamo costruito due momenti di confronto, uno durante l'occupazione del Poerio (incontro con le associazioni del quartiere) e un' assemblea con i cittadini presso i locali del Circolo ARCI.
Ritornando ai 117 alloggi dopo circa 2 anni di ritardo rispetto al termine previsto non sono ancora stati consegnati. Eppure è da oltre un anno che Sindaco e PD hanno promesso, prima, durante e dopo la campagna elettorale (i primi 100 giorni!) il rispetto degli impegni assunti con il quartiere: solo nel 2009 prima a febbraio, poi a giugno, poi ancora a settembre infine prima di Natale.
Con Natale sembrava che l’attesa fosse ormai conclusa, tanto che l'amministrazione comunale e la Circoscrizione 1 aveva avvisato gli assegnatari che avevano preparato l'evento per il 24 dicembre, un bel regalo dobbiamo ammetterlo.
Era prevista, la consegna simbolica di una chiave per ogni torre ad un avente diritto e dopo le feste si  sarebbe consegnato il resto.
Ma il pomeriggio alle ore 16:00 all'appuntamento c'erano solo i cittadini, i quali (possiamo pure dirlo) alquanto “incazzati” anche per questa occasione sfumata, trovando il nostro circolo aperto si sono rivolti al nostro segretario nonché consigliere di Circoscrizione 1.
Anche lui, amareggiato per l'accaduto, tornato a casa, ha inviato una email ai consiglieri e alla presidente Bartalucci per avere spiegazioni sull’atteggiamento dell'AC e per ottenere risposte concrete.
Nonostante, qualche reazione scomposta da parte di consiglieri e della capogruppo PD del Consiglio Circoscrizione 1, la lettera ha successo, smuove la maggioranza e finalmente, avendo fatto intendere che il nostro Circolo avrebbe promosso con i cittadini iniziative clamorose, la presidente convoca una riunione urgente dei capi gruppo con la presidente Casalp: era quello che chiedevamo !
La riunione si tiene giorno 8 gennaio scorso. La presidente CASALP Annamaria Biricotti, informa I PRESENTI CAPIGRUPPO che la mancata consegna è dovuta ad infiltrazioni di acqua, dentro la cabina elettrica e che tali problemi si dovrebbero risolvere entro poche settimane.
Il segretario del nostro circolo oltre a criticare il comportamento poco rispettoso verso chi attende da parte dell'AC ha chiesto quanto si deve aspettare ancora per la consegna degli alloggi, denunciando anche la situazione di pesante disagio che si vive nel “blocco delle signorine”.
Casalp non se l’è sentita di fornire nessuna data, visto che la situazione non era ancora ben chiarita.
In questi ultimi giorni siamo venuti a conoscenza di alcune voci, che speriamo non siano per nulla attendibili, in quanto i problemi comunicateci nella ruionione dell'8 gennaio scorso in Circoscrizione siano molto più complessi e che non sono risolvibili in poche settimane,  per parte nostra non daremo tregua, finché non si raggiungeranno i risultati che da troppi anni il quartiere aspetta!!!

Ultimo aggiornamento ( Domenica 01 Agosto 2010 22:28 )